Testimonianze

3 giorni fa
Casa Romei fu costruita dal mercante Giovanni Romei circa alla metà del XV secolo, e abbellita in occasione delle sue nozze con Polissena d'Este. In seguito incorporò alcuni ambienti dell'attiguo Convento del Corpus Domini. Il cortile dai modi tardogotici e le decorazioni fiorite, la Sala delle Sibille e dei Profeti e lo "Studiolo" costituiscono un corpus artistico unico a Ferrara.
- Gianrico S
6 mesi fa
È stata una bellissima sorpresa entrare in questo museo e trovare un luogo così interessante e ricco di emozioni. Il biglietto è economico e vale i soldi spesi. L'edificio è tenuto benissimo con un chiostro molto particolare. Tante le salette a tema tra affreschi (a volte parziali) e reperti vari. Un valido esempio di arte e cultura nascoste in un gioiello come villa Romei. Consigliato.
- Gabriele P
2 mesi fa
Bellissimo museo. Personale gentile, museo curato e tenuto in ottimo stato. Merita da solo il viaggio a Ferrara.
- Claudia M

Chi siamo

Il Museo di Casa Romei

Perdersi in un’atmosfera lontana nel tempo, immergersi in ambienti stupefacenti ed emozionanti, scoprire dettagli, decorazioni e strutture ormai altrove dimenticate: Casa Romei offre al visitatore la possibilità di vivere un’esperienza unica e di comprendere gli stili ed i modi di vivere nella quotidianità delle potenti famiglie della corte estense tra il XV e il XVI secolo.

La casa di Giovanni Romei è infatti l’unico edificio di Ferrara che rappresenti in maniera compiuta ed evidente un palazzo signorile del Quattrocento. Tale unicità, non riscontrabile in altre dimore cittadine coeve ma trasformate nei secoli successivi, è dovuta all’insieme dell’impianto architettonico, degli elementi strutturali, dei dipinti delle sale e delle decorazioni esterne.

Sebbene il nucleo centrale sia stato costruito a partire dal 1442, modifiche significative sono state realizzate per volere del cardinale Ippolito II d’Este nel pieno Cinquecento, soprattutto nelle sale interne del piano nobile che presentano splendide decorazioni a grottesche.

All’incanto della dimora il museo affianca la possibilità di conoscere l’arte e le storie di una Ferrara non più esistente, attraverso frammenti di decorazioni -scolpite, modellate o dipinte- provenienti da importanti edifici sacri o civili ormai distrutti o irrimediabilmente sfigurati.

Al suo interno si possono ripercorrere alcune affascinanti vicende legate ad illustri personaggi ferraresi ed è possibile emozionarsi con grandi nomi dell’arte emiliana ed italiana, come Donatello, Francesco del Cossa, Gregorio di Lorenzo, Bastianino o Alfonso Lombardi.


Contattaci

Contatti

Chiama ora
  • 0532 234130

Indirizzo

Indicazioni stradali
Via Savonarola, 30
44121 Ferrara FE
Italia

Orari di apertura

lun:08:30–14:00
mar:08:30–14:00
mer:08:30–14:00
gio:14:00–19:30
ven:14:00–19:30
sab:14:00–19:30
dom:08:30–14:00
Contattaci
Messaggio inviato. Ti risponderemo a breve.